I.TA.B Snc

Tecnologie per case ed elementi per l'edilizia

 

Bioedilizia “made in I.TA.B.”: la natura su misura

Tradizione, innovazione e tecnologia sono i pilastri di questa impresa romagnola specializzata nella realizzazione di edifici ed elementi per l’edilizia in legno dalla forte impronta “green”. Tra le sue opere anche un elemento architettonico fondamentale per la rinascita del prestigioso Teatro Galli di Rimini, la struttura che sorregge la volta e l’arco scenico.
Un’azienda con solide radici, come solida è la materia prima nobile per eccellenza da cui prendono vita le sue creazioni. Dal 1985 I.TA.B. traduce le straordinarie proprietà fisiche e meccaniche del legno e le notevoli potenzialità tecnologiche in soluzioni personalizzate ed innovative per l’edilizia, l’arredamento ed il design. In verità, analizzando meglio l’albero genealogico di questa impresa famigliare, oggi alla terza generazione, scopriamo che le sue origini risalgono addirittura agli anni ’40. Siamo nel cuore della Valmarecchia, a Ponte Santa Maria Maddalena, circondati dal verde delle colline tra Rimini e Pesaro, un paesaggio perfettamente in linea con le sensazioni di calore, armonia e naturalezza che il legno sprigiona per natura. La sede, che si estende su una superficie di 13 mila metri quadrati, è già per le sue caratteristiche architettoniche il primo “biglietto da visita”, la dimostrazione concreta della forza di I.TA.B. di coniugare la passione per la tradizione con l’utilizzo delle più moderne tecnologie. La struttura, completamente in legno, si sposa con tecniche di progettazione di bioedilizia ed elementi di arredo e decoro contemporanei, come le grandi vetrate che mostrano dall’esterno il luminoso showroom. E’ qui che Gilberto Bucci, titolare e socio insieme al cognato Adriano Tamburini, ci accoglie con le figlie Laura, Elisabetta e Elena, tutte coinvolte con diverse mansioni nella gestione dell’azienda di famiglia. L’altro “pilastro” dell’attività è Maria Tiziana Bucci, moglie di Adriano e sorella di Gilberto, da sempre al loro fianco, pronta a far quadrare i conti dall’ufficio amministrativo.

 

Gilberto lavora il legno da quando, ad appena 13 anni, affiancava in falegnameria papà Augusto, il cui ricordo è limpido tra molti dei clienti più veterani. “In molti ci chiedono ancora un mobile come lo faceva nonno Gutìn!” racconta Laura, la nipote dallo sprint più “commerciale” della squadra Bucci. Con il tempo, in virtù dei notevoli progressi ottenuti nel settore degli edifici in legno, la realizzazione di strutture in bioedilizia ad alto contenuto tecnologico e risparmio energetico è diventata il “core business” di I.TA.B. “Siamo partiti negli anni ’80 come segheria e, negli anni, abbiamo sempre più diversificato la nostra produzione – spiega Gilberto -. Oggi il 50 per cento della nostra attività è rappresentato da case in legno, tetti, coperture, pareti a telaio (Platform) e in X-lam (a pannelli), per la maggior parte realizzati con essenze di pino e abete”.

La gamma di realizzazioni è molto ampia e variegata: ville per privati, complessi residenziali, case prefabbricate, strutture balneari e turistico-ricettive dove l’impronta “green” è sempre più di tendenza alla luce anche delle nuove disposizioni di legge in materia di antisismica, resistenza ignifuga e termo-acustica. E, ancora, pavimentazioni in legno per esterni, facciate ventilate, strutture sportive, scolastiche ed industriali con lamelle di abete essiccate, appositamente controllate e selezionate nelle parti migliori per ottenere una maggiore elasticità e resistenza meccanica. Rimane ancora importante la parte dedicata agli infissi e all’arredamento, senza dimenticare l’oggettistica che comprende anche suggestivi articoli da regalo. Il tutto è capace di abbinare funzionalità ed estetica e viene prodotto su misura, la chiave per distinguersi con successo da una concorrenza oggi sempre più agguerrita. “Quello dell’edilizia in legno è un settore in salute – aggiunge Gilberto – ma è la qualità a fare la vera differenza.

Noi ci poniamo come partner di riferimento per la selezione accurata delle materie prime, la solida esperienza artigianale, l’approccio flessibile, la presenza in azienda di personale altamente specializzato e impianti tecnologici all’avanguardia. Siamo in tutto 26 persone, ma continuiamo a crescere e stiamo cercando ingegneri per rafforzare ulteriormente il nostro ufficio tecnico. Tutto parte dalla progettazione, dal disegno, dai dati elaborati che vengono poi trasmessi al centro di lavoro a controllo numerico che oggi rappresenta il cuore della nostra fabbrica, una oikos acquistata da SCM nel 2014 che ci ha permesso di diversificare in maniera importante le nostre realizzazioni. Nella oikos lavoriamo travi strutturali, pannelli parete X-lam/CLT anche di grandissime dimensioni. Oltre a questo vantaggio, il software Maestro beam&wall consente di semplificare notevolmente il lavoro dell’operatore grazie alla perfetta integrazione con i principali cad di progettazione ed alla possibilità di simulare e testare in anticipo il lavoro che poi sarà eseguito in macchina. Tutto ciò garantendo sempre risultati di alto livello”.

Oikos non è l’unica macchina acquistata da SCM. In fabbrica troviamo anche una sezionatrice gabbiani s 90 (sigma impact 90 pre-rebranding) e una toupìe per lavorazioni artigianali su misura. “Abbiamo scelto SCM per la solidità del marchio. La sua tecnologia ci ha aiutato a gestire tutto il processo internamente e, soprattutto, a diventare più veloci, performanti e competitivi” afferma Gilberto. Vantaggi che per il titolare di I.TA.B. sono fondamentali quanto l’assistenza ricevuta in fase di post-vendita. Dall’altra parte, SCM si è posta l’obiettivo di rispondere alle specifiche esigenze di questa azienda partendo dalla sua capacità di creare nuovi standard produttivi anche nell’edilizia in legno, in nome dell’eco-sostenibilità, della sicurezza e dell’alta tecnologia.

Sfogliando l’album delle referenze “made in I.TA.B.” si scoprono anche i padiglioni Russia e Francia realizzati per Expo Milano 2015 e il Teatro “Amintore Galli” di Rimini, opera prestigiosa per l’intero scenario storico, artistico e culturale italiano: inaugurato nel 1857 su progetto dell'architetto Luigi Poletti e pesantemente danneggiato dai bombardamenti Alleati del 1943, il 28 ottobre 2018 è stato restituito al territorio e alla sua comunità a 75 anni esatti dall’ultimo sipario. I.TA.B. è stata tra i protagonisti del restyling avendo realizzato la struttura in abete lamellare che sorregge la volta del teatro e l’arco scenico, quanto di più vicino all’“anima” di un teatro possa esistere. Un intervento strutturale compiuto nel pieno rispetto dei canoni architettonici del teatro ma con strumenti e tecnologie moderne, che hanno indubbiamente ricreato con grande fedeltà le atmosfere, lo stile, la ricchezza, la bellezza delle opere originali. “La struttura ci è stata commissionata dall’azienda A.C.C – Adriatica Costruzioni Cervese: l’abbiamo realizzata proprio con il centro di lavoro oikos e quindi rivestita con compensato ignifugo e successivamente rifinita”.

I.TA.B

Prodotti correlati

Centro di Lavoro per Carpenteria Oikos - SCM Group

oikos x

oikos x è il nuovo centro di lavoro SCM studiato ad hoc per il settore dell’edilizia in legno, simbolo del perfetto connubio tra precisione e produttività.

Sezionatrice monolama automatica Gabbiani S - SCM Group

gabbiani s

Ideale per la piccola industria. Monolama gestita da controllo PC/PLC destinata al taglio di pannelli di legno o pacchi di pannelli di legno e suoi derivati (truciolare, MDF, multistrato, compensato, fibra, ecc.). La soluzione per integrare la...