Cms viaggia verso un futuro sostenibile: l’esperienza aerospaziale per il settore ferroviario

19/gen/2021

La mobilità sostenibile e quindi il settore dei trasporti svolgono un ruolo cruciale nella qualità della vita quotidiana di tutti noi.

In questo contesto il trasporto ferroviario fornisce un grande contributo per limitare e migliorare aspetti come il traffico, l'inquinamento e la sicurezza.

Cms opera nella lavorazione delle parti strutturali e collabora da anni con i maggiori produttori di treni e i loro fornitori con l'obiettivo comune di proiettarsi sempre più verso un futuro sostenibile.

TOP BUYER BENEFITS

  • Riduzione del 55% dei tempi di lavorazione grazie a elevatissime accelerazioni e velocità nonché a configurazioni macchina a singolo o doppio ponte, installabile anche in un secondo momento.
  • Eliminazione totale dei tempi morti: grazie alle configurazioni con 2 zone di lavoro è possibile lavorare in pendolare azzerando i tempi di attrezzaggio e bloccaggio pezzi
  • Aree di lavoro completamente sicure per l’operatore e per la pulizia dell’impianto

 

Così come i moderni treni permettono di aumentare l'efficienza di oltre il 31% rispetto alla generazione precedente, le soluzioni e le macchine Cms garantiscono un ottimo ritorno dell'investimento risparmiando fino al 35% rispetto a macchine di vecchia concezione. Grazie all’esperienza sviluppata nel settore Aerospace, Cms sta dando il proprio contributo anche per la realizzazione del primo treno con vagoni in composito!

Con l’installazione di numerosi impianti in tutto mondo, di cui 13 grossi impianti addirittura nell’ultimo biennio, Cms rappresenta il partner di riferimento per chi cerca un centro di fresatura per lavorazione di parti strutturali meccaniche in alluminio per il settore ferroviario.

 

CARATTERISTICHE TECNICHE

  • Zona di lavoro oltre i 40 metri
  • Soluzioni di bloccaggio appositamente concepite
  • Unità operatrici a 5 assi dalle eccellenti prestazioni
  • Elettromandrini best-in-class dagli elevati valori di coppia e eccelente rigidità