Top Laser

Tecnologie per materiali speciali

 

 

Maggiore competitività con la sbavatura satinatura a secco

L'integrazione di una nuova sbavatrice satinatrice DMC consente alla modenese Top Laser di fornire componenti in acciaio inox “pronti all’uso” senza la necessità di ulteriori operazioni. Un valore aggiunto che si concretizza per il cliente finale in un’ottimizzazione di processo, sia in fase di assemblaggio, sia di eventuale consegna.

Giovane e dinamica, Top Laser di Marano sul Panaro (MO) non ha ancora compiuto i due anni di attività, ma può vantare una profonda esperienza di settore maturata dai 4 soci fondatori: Matteo Manni, Fausto Galli, Elia Tommaso e Andrea Trenti. Con grande lungimiranza imprenditoriale hanno infatti deciso nel giugno del 2014 di rilevare l’azienda dalla precedente proprietà e di proseguire il loro percorso di crescita.

«Non è stato un passaggio semplice e immediato – spiega Matteo Manni – per contro siamo stati in grado di dare continuità ai nostri clienti per i quali, di fatto, non c’è stato dal punto di vista operativo alcun tangibile cambiamento».

Specializzata nella progettazione e costruzione di macchine, nastri trasportatori, serbatoi a tenuta, oltre a manufatti vari in acciaio inox, ferro zincato e alluminio, l’azienda può contare su un ampio e diversifi cato portafoglio clienti ai quali si rivolge facendo leva sulla rapidità di risposta e tempistiche ridotte di fornitura.

 

"Dopo aver valutato le soluzioni disponibili sul mercato, abbiamo individuato in DMC un partner qualificato e preparato, che ha saputo cogliere le nostre richieste per poi trasformarle in una soluzione concreta." - Matteo Manni, Socio fondatore

Punto di forza questo, alla cui base risiedono competenze condivise e intercambiabilità nei ruoli. «Abbiamo tre postazioni di progettazione CAD 3D – sottolinea Manni – con le quali tre di noi, in autonomia, possono sviluppare ed elaborare le commesse in base alle necessità.

Allo stesso modo gestiamo i macchinari presenti in officina dove abbiamo un impianto di taglio laser, una cesoia, tre piegatrici di cui una recentemente acquistata da 230 tonnellate, postazioni di saldatura a filo e Tig, sia inox che ferro, oltre ad attrezzature varie di lavorazione».

Ad arricchire il parco macchine anche una nuova sbavatrice satinatrice Metal System 1350 DMC, marchio operante nello sviluppo di soluzioni tecnologiche di elevato livello per la finitura di superfici, che dal 1987 fa parte di SCM Group SPA.
 

Praticità ed efficienza in un unico passaggio 

Nata dall’esperienza maturata in più di mezzo secolo di attività nella produzione di macchine ad abrasivo flessibile, DMC  Metal System 1350 assicura massima praticità d’uso e una meccanica potente e affidabile per la lavorazione del metallo.

In un unico passaggio in macchina, è infatti in grado di eliminare le bave da taglio, rimuovere efficacemente gli spigoli taglienti, pulire e addolcire i bordi dei fori (anche di piccole dimensioni), asportare gli ossidi generati dal taglio (sia sul perimetro esterno del pezzo che all’interno dei fori). «L’esigenza che ci ha convinti nell’acquisto – prosegue lo stesso Manni – è nata con il preciso scopo di ampliare non solo il nostro parco macchine, ma anche per sviluppare una nuova idea di fornitura.

A tutto beneficio per il cliente in fatto di ottimizzazione del suo processo, in virtù di un manufatto in acciaio inox da noi lavorato, per il quale non si rende più necessario alcun intervento di finitura finale, senza pellicola protettiva, in modo da rendere più veloci le fasi di montaggio ed eventuale consegna». Una sfida vinta con l’ottenimento di una prima importante commessa di fornitura di componenti in acciaio inox per i quali non si sono resi più necessari ulteriore interventi di sbavatura.

«Dopo aver valutato le soluzioni disponibili sul mercato – continua Manni – abbiamo individuato in DMC un partner qualificato e preparato, che ha saputo cogliere le nostre richieste per poi trasformarle in una soluzione concreta.

Un approccio diretto dove ci sono state sottoposte tutte le peculiarità e i punti di forza della macchina e le opportunità operative che la stessa poteva offrire alla nostra azienda».

Un’attenta analisi che ha coinvolto anche il laboratorio DMC Hi-Tech di Thiene (VI), presso il quale sono stati fatti pervenire alcuni campioni che Top Laser aveva preparato, la cui lavorazione ha pienamente soddisfatto le aspettative.

«In realtà – spiega Manni – se inizialmente eravamo orientati all’acquisto della sola sbavatrice, di concerto con i tecnici DMC abbiamo deciso di orientarci verso un impianto più completo, che fosse in grado di effettuare anche satinatura e finitura in Scotch Brite».

Dettaglio gruppi operatori scelti da Top Laser per la
sbavatrice satinatrice DMC Metal System 1350

Il valore aggiunto della modularità

La macchina fornita a Top Laser è disponibile in varie esecuzioni, con strutture portanti in grado di ospitare fino a 10 gruppi operatori per soddisfare alla perfezione qualsiasi esigenza di sbavatura e satinatura.

Una struttura modulare e gruppi operatori di nuova concezione che permettono di adattarsi alle specifiche esigenze e di mantenere sempre la composizione allineata alle mutevoli esigenze di produzione. È infatti possibile sostituire i singoli gruppi (o semplicemente modificarne l’ordine all’interno) in modo rapido ed economico.

Numerose sono poi le tipologie di rulli di contatto, in funzione delle specifiche esigenze di sbavatura o satinatura, con diametri da 250, 320 e 400 mm rivestiti con gomma resistente all’olio e al calore, con durezze da 20 sh fino a 90 sh, dove è possibile l’impiego sia di nastri abrasivi tradizionali, sia nastri in panno abrasivo “surface conditioning”.

La regolazione elettronica della posizione dei citati gruppi operatori viene realizzata con motori lineari passopasso, gestiti dal Plc di governo della macchina mediante collegamento Can Bus: è questa la soluzione migliore per assicurare posizionamenti dei gruppi veloci e puntuali, con precisione costante nel tempo. La posizione dei rulli può essere memorizzata nei singoli programmi di lavoro ed è così possibile richiamare la più adatta per ogni tipologia di lavorazione, in funzione dello spessore dei nastri abrasivi utilizzati e della pressione di lavoro desiderata.

Capace di processare pezzi fi no a 1.250 mm di larghezza in spessori da 0,6 a 170 mm, la macchina installata in Top Laser è stata allestita con 4 gruppi operatori, ovvero uno con rullo in sbavatura, uno in satinatura, uno fi nale in Scotch Brite e un gruppo centrale traslante con spazzole verticali. Quest’ultimo, equipaggiato con le opportune tipologie di spazzole abrasive, garantisce eccellenti risultati in una vasta gamma di operazioni, in particolare: rimozione del filo tagliente e arrotondamento degli spigoli, rimozione della bava dai fori e rimozione degli ossidi dai bordi tagliati termicamente.

La semplicità e rapidità per la sostituzione dei dischi abrasivi permette un facile e pronto allestimento della macchina per qualsiasi tipologia di applicazione e la massima sicurezza del bloccaggio. Efficace e silenziosa è anche la trasmissione della potenza motori, anche nelle condizioni di lavoro più gravose, grazie al sistema di trasmissione con cinghie multigola Poli-V e all’adozione del dispositivo di autotensionatura.

Molto apprezzato dall’azienda modenese è anche il banco di lavoro fisso: «Una caratteristica non così comune su queste macchine – rileva Manni – che ci permetterà di poter rendere ancora più effi ciente il nostro processo con una futura realizzazione di un nastro trasportatore per il ritorno pezzi. L’idea infatti è quella di collegare la parte d’ingresso e d’uscita dei pezzi, in modo da rendere ancora più rapida la gestione del processo e con un solo operatore».
 

Massima semplicità di gestione

 

Di serie su tutte le sbavatrici DMC Metal System, il controllo “Hydra V-Pad” permette di impostare da touch screen tutti i parametri di lavorazione, e di verifi care in tempo reale il corretto funzionamento della macchina.

«Semplicità di gestione – aggiunge Manni – che mette l’operatore nelle condizioni di avere sotto controllo tutti i parametri operativi e di poterli modifi care in tempo reale a seconda dei pezzi processati. Al tempo stesso è possibile memorizzare le impostazioni per richiamarle in caso di lotti ripetuti a garanzia della massima qualità del pezzo».

In questo caso è l’esperienza dell’operatore a fare la differenza, con una sensibilità che cresce col tempo, in rispondenza al soddisfacimento di determinati requisiti.

«Grazie a questa nuova integrazione tecnologica – conclude Manni – e alle nuove possibilità operative, siamo in grado di servire i nostri clienti con una qualità di prodotto superiore, mettendoli nelle condizioni di ricevere pezzi lavorati pronti per essere utilizzati senza operazioni aggiuntive».

Giovane e dinamica, Top Laser sta crescendo in ogni direzione, sia dal punto di vista del personale (con la recente assunzione di personale), sia in termini di dotazione tecnologica e di acquisizione di nuovi clienti.

A garantire questo trend la determinazione dei quattro soci titolari, unitamente alla consapevolezza di potersi differenziare grazie a un servizio e alla fornitura di prodotti progettati e realizzati in modo rapido e tempestivo.
 

L’importanza di un centro tecnologico di ricerca e dimostrativo

Top Laser ha deciso l’acquisto della nuova sbavatrice satinatrice DMC con cognizione di causa non prima di aver vagliato le soluzioni disponibili sul mercato. A dare concretezza a questo nuovo investimento non solo un adeguato supporto tecnico, ma anche l’opportunità di aver visto da vicino le possibilità operative grazie alla disponibilità di un avanzato centro tecnologico di ricerca, il laboratorio DMC Hi-Tech nella sede di Thiene (VI).

L’unità operativa è gestita da personale altamente specializzato, ed è fornita di una sofisticata strumentazione di analisi dei materiali da processare e delle varie tipologie di abrasivi. Grazie alle numerose macchine in dimostrazione, il centro è in grado di eseguire qualsiasi test di sbavatura e satinatura, per fornire informazioni rapide e dettagliate sul modo migliore di affrontare nuove problematiche di lavorazione, e ottenere le nuove fi niture richieste dal mercato.

Testo a cura di Gianandrea Mazzola,
per la rivista Lamiera
 
 

Equipaggiato con le opportune tipologie di spazzole abrasive, il gruppo traslante assicura eccellenti risultati in una vasta gamma di operazioni

Top Laser (Italia)

 

Azienda specializzata nella progettazione e costruzione di macchine, nastri trasportatori, serbatoi a tenuta

Richiesta informazioni

Compila i campi richiesti per essere ricontattato

Newsletter: iscriviti per ricevere le ultime notizie

Acconsento al trattamento dei miei dati personali come da Privacy Policy.

Prodotti correlati

DMC - Sbavatrice satinatrice Metal System

dmc metal system

Sbavatrice-satinatrice è la soluzione heavy-duty dedicata alle aziende industriali ed ai terzisti evoluti, per i quali è indispensabile coniugare produttività, affidabilità e flessibilità di impiego. In un unico passaggio in macchina, è infatti...